top of page
  • Immagine del redattoreCaterina

Granchio o Leone? Scopri il simbolo del leone in moeca


Il leone alato


Il leone alato è il simbolo di San Marco l’Evangelista, ma anche il simbolo di Venezia.

Lo potete ammirare molto spesso rappresentato in diverse maniere. Il leone con la coda alzata rappresenta la maestà e la forza, con l’aureola e le ali ci indica la sua elevazione spirituale verso Dio. Il libro o Vangelo assume invece il significato di pace specialmente se tenuto aperto, mentre la spada richiama la giustizia e di conseguenza l’equità.

Leone in moeca


Tra le molte rappresentazioni del leone alato a Venezia, quello che forse è meno conosciuto è il leone in moeca di cui ci rimangono poche tracce. Si tratta di un leone accovacciato e posizionato frontalmente. Le sue ali assumono una forma particolare che richiama quella del ventaglio. Questa particolare posizione ricorda ancor oggi ai veneziani l’aspetto del granchio con le chele aperte. Le moeche sono granchi che fanno la muta due volte all’anno ed essendo molto teneri vengono mangiati dai granchi adulti in caso questi non trovassero da mangiare. Il Vangelo che il leone tiene tra le zampe ce li ricorda.

Leone in moeca


Il leone in moeca è un chiaro riferimento all’acqua e alla natura anfibia della città nata ed emersa dal mare; un legame che si è mantenuto per secoli a significare la libertà di Venezia da altre potenze territoriali.

Solo a partire dal 1500 verrà raffigurato in tondi, rilievi, capitelli e colonne, ma alle origini veniva riprodotto per le sue dimensioni ridotte sugli stemmi, bassorilievi e sulle monete.

Leone in moeca sulle monete


Dal nome delle monete coniate dalla Repubblica di Venezia, veniva chiamato in soldo o in gazzetta, con i suoi attributi quali l’aureola e le ali. Molto spesso veniva anche riportato sugli atti pubblici in modo da conferire valore a questi documenti.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page